Il nostro sponsor

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 

2017 IMG 2259“L’isola galleggiante” la curiosità della Riserva di Posta Fibreno

Servizio di Cristina Conti

Per i Sub il lago di Posta Fibreno è una vera palestra naturale. Lo conoscete? Istituita dalla regione Lazio nel 1983, la Riserva Naturale di Posta Fibreno è distesa sul versante sud-occidentale dei Monti della Marsica, tra le valli del Liri e di Comino con un estensione di 440 ettari. Il Lago ubicato a un’altitudine di 228 metri s.l.m si estende per circa 1096 metri in lunghezza e 261 metri in larghezza, con una profondità media di 2,70 metri e con la massima di 16 metri in corrispondenza di una fossa in località Carpello, dove i subacquei si immergono, nel centro nel punto più profondo, vi è una croce.

Questo lago si origina dalle montagne del Lazio, del Molise e del Parco Nazionale dell’Abruzzo dopo un lungo percorso le acque in gran parte in falde sotterranee, originano numerose sorgenti nel lago di origine carsica che permette all’acqua di mantenere una bassa temperatura nel corso dell’anno di circa 9 10 11 gradi C, gelida cristallina e incontaminata, quindi la muta stagna o semistagna come metto io sono d’obbligo. La limpidezza è perfetta dato che il lago non ha immissari, il suo unico emissario è l’omonimo fiume (Fibreno). In questo 2017, l’acqua del lago è calata moltissimo risultando meno limpida, baluardo di questo posto, è mancato il continuo ricambio dovuto alla considerevole portata delle sorgenti 6-9 metri cubi di acqua al secondo. Da molti anni mi immergo per fotografare, sotto alghe rosse e verdi, sembrano veli, che contrastano in un tappeto di muschio verdissimo, nei bordi di questo grande “catino”, è davvero entusiasmante. Il fondale è ricoperto da vegetazione macrofitica, muschi e alghe, che ricoprono anche i cocci franati di un convento del 1200. Questo tappeto naturale abbinato ai giochi di luce filtrata dal sole rendono l’immersione ricca di suggestioni e fantasia, che riesco a bloccare con tanti scatti.

La pesca nelle acque del lago e del fiume Fibreno è riservata agli abitanti di Posta Fibreno ai quali viene riconosciuto il diritto di uso civico da tempo immemorabile. L’ittiofauna è in gran parte composta da specie adatte a vivere3 a temperatura costantemente bassa come il gambero di fiume. La specie più importante della Riserva è un pesce sconosciuto ai più e che vive solo qui, il Carpione di Fibreno, un salmonide parente stretto delle trote con abitudini poco conosciute, tipico delle grotte del lago chiamato “Salmo Fibreni”. Vive anche un’altra rarità come la trota “Macrostima” a differenza del Carpione è più tozza con grandi occhi la testa più grande e tondeggiante con la bocca oiù piccola, è tra le specie in pericolo di estinzione, poi il Vairone, il Carassio Dorat, negli ultimi anni notevolmente ridotti per l’impaludamento di alcuni canali che garantiscono l’accesso di questa specie, poi lo Spinarello, la Carpa, il Barbo, la Tinca e per finire l’anguilla. Una caratteristica citata da PLINIO nella sua opera “Naturalis historia” è rappresentata dalla presenza di un’isola galleggiante formata da radici-torba-rizomi-alberelli in grado di spostarsi in base al vento o alla portata delle sorgenti nell’area di pertinenza.Salendo nel sovrastante paesino di Fibreno è possibile vederla, e la veduta merita, e poi, diciamolo, non capita spesso di vedere un’isola galleggiante.

L’acqua sorgiva molto fredda mi fa arrossare le dita, tanto da fare fatica a scattare una nuova foto, risalendo, il desiderio mi spinge a ritornarvi per nuove emozioni. Sono trascorsi oltre duemila anni da quando Cicerone che aveva terre nelle vicinanze scrisse riferendosi al Fibreno: “amo questa salubrità e amenità specialmete da quando sono qui giunto non mi posso saziare di tanta meraviglia”. Anche oggi quello di Posta Fibreno è un paesaggio unico, che sfida il tempo che si rinnova ogni stagione senza perdere la propria identità.

Contatti : Diving Punto Blu cell: 3477652166

alcune immagini scattate in questa occasione

  • 2017_IMG_2259

    2017_IMG_2259

  • 2017_DSC08482

    2017_DSC08482

  • 2017_IMG_5592

    2017_IMG_5592

  • 2017_DSC08280

    2017_DSC08280

  • 2017_DSC08356

    2017_DSC08356

  • 2017_DSC08360

    2017_DSC08360

  • 2017_DSC08415

    2017_DSC08415